Comunicati Stampa

Azienda - Logistica

Amazon Innovation Award - edizione 2017: premiati gli studenti del Politecnico e dell’Università degli Studi di Torino

Amazon Innovation Award - edizione 2017: premiati gli studenti del Politecnico e dell’Università degli Studi di Torino

Oltre 400 gli studenti che complessivamente hanno partecipato alla seconda edizione dell’iniziativa, di cui 50 dei due atenei del capoluogo piemontese. Il team primo classificato premiato con un viaggio a Seattle.

07/09/2017 | Torino

Torino, 7 settembre 2017 – Questa mattina presso il Palazzo Civico di Torino si è svolto l’evento conclusivo degli Amazon Innovation Award – edizione 2017, con la premiazione degli studenti del Politecnico e dell’Università degli Studi di Torino vincitori dell’iniziativa. L’evento ha visto la presenza di Paola Pisano Assessore all’Innovazione e alla Smart City del Comune di Torino.

Giunti alla seconda edizione, gli Innovation Award sono un contest lanciato da Amazon in Italia in collaborazione con alcune università, con l’obiettivo di stimolare gli studenti a mettere in gioco le proprie conoscenze e la propria creatività elaborando idee e soluzioni originali ed innovative, anche grazie all’uso di nuove tecnologie.

La prima edizione, svoltasi nel 2016, aveva visto il coinvolgimento degli studenti del Politecnico di Milano.  Quest’anno l’iniziativa si è svolta parallelamente in tre città: Torino, in partnership con il Politecnico e l’Università; Roma con l’Università di Tor Vergata; Milano, con il Politecnico. Nelle tre città hanno partecipato al contest complessivamente oltre 400 studenti.

L’evento odierno è quindi il primo di tre appuntamenti: oltre alla tappa torinese, il 20 settembre a Roma saranno premiati gli studenti dell’Università di Tor Vergata e il 25 settembre a Milano quelli del Politecnico milanese.

“Last mile deliveries”, ovvero l’organizzazione del percorso finale di consegna dei prodotti acquistati, è il tema della seconda edizione degli Amazon Innovation Award, sul quale gli studenti del Politecnico di Torino e dell’Università degli Studi di Torino, in team di tre/cinque persone, si sono sfidati elaborando un progetto originale. Tutti gli studenti che hanno aderito all’iniziativa hanno avuto modo di visitare il centro di distribuzione Amazon di Castel San Giovanni per vedere da vicino come opera la logistica di Amazon. Gli elaborati presentati dagli studenti sono stati valutati da una giuria composta da manager di Amazon. I criteri che hanno guidato la scelta del team vincitore sono stati fattibilità, scalabilità, impatto sul cliente, applicabilità delle tecnologie oltre ai quattro principi di leadership di Amazon: pensare in grande, inventare e semplificare, insistere sugli standard più elevati e analizzare in profondità.

Ad aggiudicarsi il primo premio è stato il team composto da Mirko Raimondi, Virginio Giulio Clemente e Tommaso Ruffino, che ha sviluppato un sistema basato sull’integrazione del modello di consegna dell’azienda con altri soggetti esterni, con l’obiettivo di ottimizzare, velocizzare e rendere flessibili le consegne ai clienti finali, migliorando l’esperienza degli utilizzatori. I tre studenti, premiati da Gabriele Sigismondi, Director IT Amazon Logistics, parteciperanno a un viaggio premio a Seattle, che include la visita ad alcuni dei più innovativi centri di distribuzione di Amazon. I componenti del team classificatosi al secondo posto si sono aggiudicati ciascuno un Kindle e-reader, mentre il team terzo classificato è stato premiato con un Fire tablet per ciascun componente.

Prima della premiazione gli studenti presenti hanno preso parte a un momento di confronto con Dario Montagnese, Managing Director di Pony Zero, ex start-up specializzata nella consegna di prodotti freschi e della logistica per l’ultimo miglio che vanta la più estesa flotta di logistica elettrica, e con Stefano Perego, Director UK Amazon Operations.

“L’Amazon Innovation Award 2017 rappresenta una sfida vinta per Torino: diventare una piattaforma abilitante per immaginare e testare nuove soluzioni ai problemi della città. Problemi concreti come la logistica dell'ultimo miglio sono stati analizzati da gruppi di studenti delle due Università, che con la loro creatività e le loro competenze hanno sviluppato soluzioni originali non solo con un approccio tecnologico ma anche sociale. Modelli sociali di innovazione, tecnologie e testing delle soluzioni sul nostro territorio sono gli ingredienti principali per sviluppare innovazione nella nostra Città. Intendo ringraziare la Sindaca Chiara Appendino e gli Assessori Maria Lapietra, Alberto Sacco, Marco Alessandro Giusta per l'impegno e la collaborazione” ha dichiarato Paola Pisano, Assessore all’Innovazione e alla Smart City del Comune di Torino nella sua introduzione all’evento.

Marco Pironti Direttore del Centro di Innovazione Tecnologica ICxT dell’Università degli Studi di Torino ha affermato: “Questo progetto testimonia ancora una volta l'enorme valore derivante dalla collaborazione tra i docenti e gli studenti dei due atenei torinesi per valorizzarne la complementarietà e la stretta interconnessione scientifica e culturale. Il confronto su challenge condivisi con importanti player dello scenario competitivo globale e con l'intero ecosistema territoriale deve rappresentare un tassello imprescindibile per la crescita formativa dei nostri ragazzi. Avere l'opportunità di affrontare tematiche concrete lavorando per mesi in gruppi multidisciplinari e, per alcuni di loro, poter presentare le proprie idee direttamente a Seattle, rappresenta un bagaglio di esperienze che un'università moderna e internazionale quale quella torinese considera come valore differenziante e competitivo”.

“La collaborazione a livello internazionale con grandi gruppi industriali ci permette di offrire ai nostri studenti un’opportunità unica di apprendimento e presenta nuovi spunti alla nostra attività di ricerca e innovazione, grazie alla possibilità di confrontarsi con problemi concreti e realtà aziendali di grande respiro. Questa iniziativa, realizzata con Amazon in sinergia con il sistema formativo e istituzionale della città, rappresenta senza dubbio un’importante occasione per formare ingegneri che hanno una visione a 360° della tecnologia, favorendo, tra l’altro, l’ibridazione dei saperi e la multidisciplinarietà che sempre più caratterizzano l’attività di ricerca, ma che rispecchiano anche l’organizzazione del lavoro nelle grandi aziende che aspetta i nostri laureati. Non è un caso che la proposta vincente coinvolga anche il cliente finale nelle scelte di consegna, contribuendo a sensibilizzarlo sui temi legati alla sostenibilità economica, ambientale e sociale dell'ultimo miglio” ha sottolineato Emilio Paolucci, Vice Rettore per il Trasferimento Tecnologico del Politecnico di Torino.

“La grande partecipazione degli studenti e la qualità degli elaborati prodotti confermano la validità dell’iniziativa che abbiamo lanciato l’anno passato e che quest’anno ha coinvolto diversi atenei in tre diverse città italiane. La partnership con prestigiose istituzioni accademiche come il Politecnico e l’Università degli Studi di Torino ci ha consentito di coinvolgere giovani e promettenti studenti, che hanno messo in comune le loro competenze e la loro creatività in un campo oggi sempre più rilevante come quello della logistica” ha dichiarato Gabriele Sigismondi, Director IT Amazon Logistics.

Al viaggio a Seattle, cui parteciperanno i primi classificati dei due atenei torinesi, si uniranno anche i vincitori delle iniziative svolte in partnership con il Politecnico di Milano e l’Università di Tor Vergata. Gli studenti presenteranno i loro progetti direttamente al management del Gruppo presso la sede principale di Amazon a Seattle, che eleggerà così i “campioni nazionali” degli Amazon Innovation Award 2017.

Amazon Press Office

press@amazon.it

+39 02 36792144

 

Lifonti & Company

Michele Salandini            +39 02 77888727            michele.salandini@lifonti.it

Laura Bellisario                 +39 02 77888729            laura.bellisario@lifonti.it